Muffin con goccie di Cioccolato e Cocco *SENZA LATTE*

variazione della versione NERA, altrettanto amata da mio figlioSmile

In un primo recipiente

  • 135gr di farina Manitoba
  • 50gr di fecola di patate
  • 300gr di Zucchero di canna
  • un cucchiaino di lievito “Pane Angeli” per dolci
  • 80gr di noce di cocco grattugiata

In un secondo recipiente

  • 100ml di latte di cocco
  • 165ml di olio di girasole
  • 4 uova

In un terzo recipiente

  • 80 gr di gocce di cioccolato fondente

Ricetta

Una volta mescolato in maniera uniforme gli ingredienti secchi e quelli liquidi nei rispettivi recipienti, versare un cucchiaio per volta gli ingredienti secchi, nel recipiente di quelli liquidi. Infine aggingere le gocce.

Ottenuto un impasto omogeneo, riempire i pirottini per 3/4 dello loro altezza (12 pirottini GRANDI, o circa 18 della misura “piccola” venduta recentemente da IKEA).

Versare qualche ulteriore goccia di cioccolato sulla superfice prima di infornare.

Infornare a 205°C per circa 20/25 minuti.

Verificare la cottura infilando uno stecchino di legno (stuzzicadenti!) al centro dei muffin: saranno cotti quando uscirà asciutto.

Chocolate Chips Coconut - Mini Muffin - IMG_2540

Muffin NERI Cioccolato e Cocco *SENZA LATTE*

I preferiti da mio figlio, almeno al momento in cui scrivoSmile

In un primo recipiente

  • 60gr di farina Manitoba
  • 45gr di fecola di patate
  • 300gr di Zucchero di canna
  • una bustina lievito Pane Angeli per dolci
  • 75gr cacao amaro in polvere (non zuccherato)
  • 60gr di noce di cocco grattugiata

In un secondo recipiente

  • 100ml di latte di cocco
  • 165ml di olio di girasole
  • 4 uova

Ricetta

Una volta mescolato in maniera uniforme gli ingredienti secchi e quelli liquidi nei rispettivi recipienti, versare un cucchiaio per volta gli ingredienti secchi, nel recipiente di quelli liquidi.

Ottenuto un impasto omogeneo, riempire i pirottini per 3/4 dello loro altezza (12 pirottini GRANDI, o circa 18 della misura “piccola” venduta recentemente da IKEA).

Versare un pò di polvere di cocco sulla superfice prima di infornare.

Infornare a 205°C per circa 20/25 minuti.

Verificare la cottura infilando uno stecchino di legno (stuzzicadenti!) al centro dei muffin: saranno cotti quando uscirà asciutto.

 

IMG_5961

Pan carrè con lievito madre

Liquido:

  • 200ml di acqua calda
  • 50ml latte (o 40ml di latte di riso per intolleranti/allergici)
  • 50ml olio di semi

Secco:

  • 240 gr. farina “00”
  • 240 gr. farina “Manitoba”
  • 60 gr pasta madre
  • 1 Cucchiaino di zucchero
  • 1 Cucchiaino di sale

IMG_2479

Impastare 30  minuti.

Ripiegare dopo 30 e 60 minuti.

Stendere nello stampo e conservare per tutta la notte avvolta in un panno, nel forno, per far lievitare (quindi almeno 8 ore).

Cottura a 200° C:

  • 20 minuti con carta alluminio sul pane + pentola con acqua (per non disperdere l’umidità)
  • 20 minuti senza carta alluminio e acqua aggiunta

Far raffreddare direttamente nello stampo, poi tagliare ed eventualmente congelare.

IMG_2482

IMG_2483

(da http://www.cookaround.com/yabbse1/entry.php?b=43700)

Pizza cafona in Tegame, con lievito madre

IMG_2436

 

   1 Pizza da 33cm 2 Pizze da 33cm 2 pizze da 23cm 1 pizza da 23 cm
Acqua 125ml 250ml 150ml 75ml
Olio (cucchiai) 2 4 2 1
Farina Manitoba gr 250gr 500gr 300 150gr
Sale 7,5gr 14gr 9gr 4,5gr
Lievito Madre 100g 200gr 120gr 60gr
Zucchero (cucchiaio) 1 2 1 1/2

30 minuti di Impasto (MdP).

Piegare dopo 30 minuti, 60 minuti. poi stendere ed eventualmente far lievitare anche nella teglia.

Cottura: 30 minuti a 210 gradi:

  • 10 senza condimento e tegame con acqua (per mantenere l’umidità)
  • 20 minuti con tutto il condimento e senza tegame con l’acqua

 

IMG_2440

IMG_2441

Piadine romagnole con lievito madre

8 piadine da 20 cm

4 piadine da 20 cm

450gr farina grano tenero 225gr farina grano tenero
130gr strutto 65gr stutto
13gr sale 7gr sale
200ml acqua molto calda 100ml acqua molto calda
100gr pasta madre 50gr. pasta madre
 
IMG_0782
 

Mettere tutti gli ingredienti nella macchina del pane ed impastare per 30 minuti.

Lasciar lievitare per almeno un paio di ore, poi dividere l’impasto in 4 o 8 parti, schiacciare e cucinare in padella anti aderente per qualche minuto.

IMG_0785

IMG_0788

IMG_0789

IMG_0790

IMG_0792

La NiColomba Pasquale

Ovverlo come fare la Colomba Pasquale con Lievito Madre e macchina del pane (MdP).

Lieve adattamento della ricetta di fragola e limone: http://www.fragolelimone.com/2009/04/colomba-lievitazione-naturale.html
Ricetta per una Colomba da 1Kg.

Fase 1 (Venerdi’ sera)

Mescolare nella macchina del pane per circa 30 minuti (mettere il burro come ultimo ingrediente):

  • 100 gr lievito naturale
  • 75 gr burro morbido
  • 130 gr zucchero di canna
  • 120 gr latte parzialmente scremato
  • 1 uovo intero
  • 2 tuorli
  • 200 gr farina Manitoba
  • 150 gr farina 00

IMG_0539

Durante l’impasto

IMG_0543

A fine impasto

IMG_0546

Lasciare riposare il tutto nella MdP fino alla mattina successiva, momento in cui l’impasto avra’ praticamente raddoppiato il suo volume. Se il lievito è particolarmente vispo, il risultato potrebbe essere qualcosa del genere:

IMG_0547

Fase 2 (Sabato mattina)

  • 20 gr zucchero a velo
  • 20 gr burro
  • 20 gr polvere di mandorle
  • 100 gr canditi tritati (opzionale)
  • 1 tuorlo
  • 2 gr sale
  • 1/2 stecca vaniglia (solo i semini)

IMG_0549

(nella foto non ci sono i canditi, perchè in genere non li metto)

Aggiungere gli ingredienti nella MdP, avendo sempre cura di mettere il burro per ultimo e un po’ alla volta. Far incordare l’impasto (http://www.cucinainsimpatia.net/viewtopic.php?f=77&t=10079). (io uso 30 minuti di impasto nella MdP)

Lasciare riposare nella MdP per circa 30 minuti, poi versare l’impasto nello stampo da colomba, facendo andare l’impasto uniformemente su tutta la sua superficie.

IMG_0635

Se usate uno stampo flessibile come quelli di cartone, effettuare questo passaggio con lo stampo già appoggiato sulla leccarda del forno, perché è piuttosto disagevole spostarlo una volta lievitato.

Attenzione l’impasto deve arrivare a meta’ altezza dello stampo!

Mettere il tutto nel forno e lasciare lievitare per circa 3-8 ore, o finché l’impasto arriverà al bordo dello stampo.

IMG_0641

Fase 3 (Sabato mezzogiorno o pomeriggio, dipende dalla forza del lievito)

Togliere la colomba dal forno, accenderlo a 180° circa e portate a temperatura.

Per la glassa:

  • 20 gr mandorle a scagliette
  • 40 gr zucchero
  • 20 gr albume

Per la copertura:

  • 10 mandorle spellate intere
  • granella di zucchero q. b.
  • zucchero a velo q. b.

IMG_0637

Mescolate l’albume per la glassa con lo zucchero, battendo bene con un cucchiaio di legno.

IMG_0638

Quando il forno è pronto, versare delicatamente la glassa sulla colomba (evitare di appesantire troppo il centro, così da non complicare il lavoro al lievito), spolverizzare con le mandorle a scaglie, le mandorle intere, lo zucchero in granella e infine una spolverata di zucchero a velo setacciato e infornate nella parte media del forno per circa 35-40 minuti.

IMG_0643

Prima di toglierla dal forno fare la prova con lo stecchino per verificare la cottura.

Mettere la colomba a raffreddare su una gratella e lasciare riposare 24 ore prima di gustarla (se la mangiate ancora tiepida, l’umidità non sarà ancora fuoriuscita del tutto e l’impasto risulterà piuttosto appesantito, mentre se è completamente fredda sarà molto più leggero).

IMG_0645

IMG_0647

Il mio Panettone AKA il NicolEttone

Come fare il panettone con macchina del pane e lievito madre/pasta madre.

Nota Bene: Io ho tempo solo nel week end, ma voi ovviamente non siete obbligati a cominciare il venerdì sera;-)

Prima Fase

Venerdi’ sera (22:00).

Preparare il poolish (http://it.wikipedia.org/wiki/Poolish) in un recipiente di vetro con:

  • 100 gr di pasta madre
  • 150 gr di latte parzialmente scremato tiepido/caldo
  • 150 gr di farina MANITOBA

Attenzione alla consistenza, eventualmente non mettere tutta la farina e conservare quella che rimane per la fase successiva.
Lasciare a temperatura ambiente per tutta la notte (visto il periodo dell’anno, dicembre, 20 gradi), con un coperchio NON ermetico.

Seconda Fase

Sabato mattina (8:00).

Preparare:

  • 100 gb di farina MANITOBA (eventualmente aggiungere quella avanzata la sera prima)
  • scorza grattugiata di un limone Biologico (attenzione, se non e’ biologico, mangerete diserbanti:)
  • 5 gr di sale fino (circa un cucchiaino)

Versare il poolish nella macchina del pane, ed aggiungere tutti gli altri ingredienti della fase.

attivare il programma impasto e verificate che l’impasto prenda nervo (diventa asciutto e liscio e si stacca dalla bacinella dell’impastatrice). Se non dovesse accadere, aggiungere farina MANITOBA un cuccuiaino per volta fino a questo punto.

Terza Fase

Sabato mezzogiorno (13:00) dovreste avere nella MdP qualcosa del genere:

IMG_8619

Preparare:

  • 100 gr di zucchero di canna
  • 3 tuorli d’uovo
  • 100 grammi di burro ammorbiditi
  • 125 gr di uvetta (ammorbidita 15 minuti in acqua e poi strizzata)
  • Semi di una bacca di vaniglia

IMG_8629

aggiungere nella macchina del pane:

  • tutti i semi di vaniglia
  • 1/3 dello zucchero
  • 1 tuorlo
  • 1/3 burro

Attivare il programma impasto e verificate che l’impasto prenda nervo (diventa asciutto e liscio e si stacca dalla bacinella dell’impastatrice). Se non dovesse accadere, aggiungere MANITOBA un cuccuiaino per volta fino a questo punto.

Ripetere questo passo per altre due volte fino a quando zucchero uova e burro sono stati usati interamente.

Quando la macchina del pane emette il segnale apposito aggiungere l’uvetta.

IMG_8630

Quarta Fase

Lievitazione finale.

Avvolgere la macchina del pane in un pile o qualsiasi altra cosa che non faccia disperdere il calore dalle grate di areazione della MdP (all’interno ci saranno circa 30 gradi), e sopratutto non aprire la macchina per non farla raffreddare.
Nel giro di alcune ore, in funzione della forza della pasta madre, il composto triplichera’ la sua dimensione fino ad arrivare quasi al bordo della scodella della MdP.

Se disponete di uno stampo per panettoni, mettete il composto nel pirottino e mettere il pirottino nel forno (pre-riscaldato a 40 gradi, se il vostro forno permette questa cosa). ovviamente, una volta messo in forno, questo va spento e non tenutoa 40 gradi!

Quinta Fase

Cottura (verso le 17:00 –> 21:00 in funzione della forza del lievito).

Attivare la cottura per 50 minuti (verificare il colore del panettone durante la cottura). A cottura ultimata, estrarre la ciotola dalla MdP, appoggiarla su un fianco, all’interno del forno di casa, e lasciar raffreddare per un paio di ore.

Nel caso di forno tradizionale: togliere il panettone dal forno far arrivare la temperatura a 200°, poi cucinare come sopra.

Sesta Fase

Buon appetito…

Versione Cucinata nella MdP (si noti la forma rettangolare)

IMG_8388

Versione cucinata nel forno tradizionale.

IMG_8656